VERDENERO

VerdeNero ha il respiro della casa editrice (noir di ecomafia, inchieste, romanzi) ma in realtà è una collana di Edizioni Ambiente.

Il progetto nasce quattro anni fa dopo aver letto il “Rapporto Ecomafia” redatto da Legambiente e da noi pubblicato: una mappa precisa sulla criminalità ambientale, ben scritta, ma solo per addetti ai lavori. Abbiamo pensato che fosse giunto il momento di diffondere quelle informazioni ad un pubblico più vasto. Da qui l’idea di coinvolgere scrittori tendenzialmente noiristi a cui affidare storie vere da raccontare.

Per farlo ci siamo basati su firme eccellenti: Sandrone Dazieri, Giancarlo De Cataldo, Carlo Lucarelli, Wu Ming, solo per citarne alcuni. Il successo dell’esordio ha spianato la strada ad altri due progetti di denuncia sociale. Da un lato le “inchieste” per fotografare lo stato del paese e denunciarne le disfunzioni, dall’altra i “romanzi” per andare oltre le tematiche dell’ecomafia, dei confini e dei generi letterari.

Per dare una voce viva alla collana è stato aperto, oltre al sito, anche un blog che rientra in un progetto multimediale comprendente anche Facebook, MySpace, Youtube e Twitter.

Direttore editoriale Alberto Ibba
Eventi e commerciale Edoardo Caizzi, Matteo Reale
Ufficio stampa Maddalena Cazzaniga
Art Direction Mauro Panzeri
Redazione Alessio Scordamaglia, Diego Tavazzi
Grafica Roberto Gurdo
Blog Emiliano Angelelli, Michele Monesi

Contatti
Ufficio stampa maddalena.cazzaniga@reteambiente.it, michele.monesi@reteambiente.it
Eventi e commerciale edoardo.caizzi@reteambiente.it
Manoscritti, proposte di pubblicazione
info@verdenero.it

Lascia il tuo commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...