Toghe verdi, il nuovo VerdeNero di Stefania Divertito

«Chi controlla che il controllore controlli adeguatamente il controllato?»

 Dopo “Amianto. Storia di un serial killer”, torna Stefania Divertito, la brava giornalista napoletana, con il suo nuovo VerdeNero. Si chiama “Toghe verdi. Storie di avvocati e battaglie civili” e uscirà in libreria il 19 ottobre prossimo.

Di cosa si parla? Il titolo lo fa già presagire. Porto Tolle, Larderello in Val di Cecina, Praia a Mare, e ancora Malagrotta, il Mugello, tutte storie di disastri ambientali sul territorio nazionale provocati da individui senza scrupoli.

Individui che non hanno esitato a sventrare la pancia del Mugello, a rubare acqua a fiumi e acquedotti, ad ammorbarci con fumi tossici, a inserire deroghe alle leggi per favorire imprese produttive fortemente inquinanti, con buona pace di parchi naturali e distese di sabbia finissima.

Eppure, la lotta intrapresa da comitati e associazioni ha trovato l’appoggio di alcuni coraggiosi “investigatori togati”, protagonisti delle più importanti battaglie ambientali, che sono riusciti ad arrivare laddove nessuno si era mai spinto prima, contrastando il comportamento arrogante di chi, per incoscienza o per dolo, ha stravolto la vita di molte persone.

Il libro parla di queste vicende e nelle prossime settimane approfondiremo l’argomento con l’autrice stessa, che ci racconterà in prima persona le storie che hanno dato vita alla sua inchiesta.

Annunci

13 commenti

Archiviato in VerdeNero

13 risposte a “Toghe verdi, il nuovo VerdeNero di Stefania Divertito

  1. Marilù

    Non vedo l’ora di leggere il nuovo libro della Divertito!

  2. anna

    Sono sicura che anche questo libro , come altri da voi pubblicati sarà interessante e servirà a far conoscere storie che altrimenti non si conoscerebbero mai

  3. gioia

    So che il libro tratterà anche della Saras. non vedo l’ora di leggerlo.

  4. cristina

    complimenti stefania! anzi come dice il mio bimbo di 4 anni: ti faccio un complimento, ma un vero complimento!
    (sono crisina di tuttoscuola)

    • Stefania Divertito

      ciao Cristina!! Grazie a te e un bacio al tuo bimbo… e ti aspetto qui sul blog, magari per uno scambio di informazioni tra bloggers 🙂

  5. massimo

    Toghe Verdi… Avvocati che si dedicano alla difesa dell’ambiente. Uccidendo il pianeta uccidiamo noi stessi. Brava Stefania

  6. Ciao Stefania, mi permetto di darti del tu per semplificare la comunicazione ma ho in te la massima stima. “Fare giornalismo non è solo un’attività economica, ma anche e soprattutto raccontare verità” Tu rappresenti ottimamente quel giornalismo sano che via via sta scomparendo. Nel nostro piccolo paesino (22 anime) sei un mito, non scherzo. Il tuo libro sull’amianto ci è stato di aiuto e assieme ad altre persone ci hai dato conforto nella nostra lotta per far chiudere una cava di tremolite (il più pericoloso elemento dell’amianto). Questo il nostro slogan :”Solo una comunità irresponsabile può decidere di manipolare, movimentare e commercializzare una merce a rischio cancerogeno; la ratio di questa scelta pare essere unicamente il margine di profitto economico per chi coltiva la cava.” Sulla questione cava “Le Predelle” tacciono tutti: Istituzioni, prelati, ambientalisti, media. Ecco perché noi parliamo, ecco perché abbiamo deciso di mettere on line questo sito utile per fare informazione dove il silenzio e le bocche chiuse avevano sempre la meglio sulla protesta… ‘chi ragas’ (deformazione in parmigiano di “quei ragazzi”).
    Bene Stefania, questa estate faremo la terza assemblea pubblica, le prime due hanno avuto una partecipazione straordinaria di pubblico grazie agli autorevoli ospiti e giornalisti, sarebbe un onore averti fra noi . La mia e-mail info@roccamurata.com
    Saluti
    Paolo Magnani
    (messaggio privato, ma se vuoi puoi pubblicare)

  7. Stefania

    Caro Paolo, mi hai lasciata senza parole.
    Sono io che devo ringraziare voi perchè è davvero raro trovare tanta voglia di reagire, combattere, appropriarsi del proprio territorio e combattere per l’ambiente inteso come luogo di tutti, così come state facendo voi.
    Ed è molto bello sentire di essere stata utile in qualche modo, quindi grazie.
    Ti lancio una proposta: perchè non mi racconti tutto questo in un testo- articolo che mettiamo sul blog, così apriamo una finestra du Rocca Murata e la questione della Cava? Così è un modo per continuare a combattere insieme. Cosa ne pensi?
    Ah, a proposito, massima disponibilità per la vostra iniziativa estiva, con molto piacere!
    ciao e grazie ancora,
    Stefania

  8. si ok! intanto auguri, mi dai la mail che ti invio il pezzo? ciao

Lascia il tuo commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...