Un incendio all’Ilva. Il fumo verso Taranto

È stato il tam tam su Facebook e Twitter a rendere pubblico l’ennesimo attentato contro la salute pubblica a Taranto.

Per un incendio, avvenuto nel tubificio 1 dove ha preso fuoco un trasformatore in un vano olio, una colonna di fumo nero si è alzata e diretta verso la città. Secondo gli addetti alla sicurezza non ci sarebbero feriti, ma occorrerà del tempo per capire quali sostanze siano contenute nella colonna di fumo.

L’incendio è avvenuto nel Tubificio 1, sulla strada per Statte e a prendere fuoco sarebbe stato un trasformatore in un vano olio. Proseguono intanto le operazioni di messa in sicurezza.

Ecco il video postato in rete da ecoblog.it grazie anche ai contributi di decine di tarantini che hanno immediatamente publbicato le immagini su Facebook. (stefania divertito)

Ecco altre foto, tratte da ecoblog.it


3 commenti

Archiviato in Attualità

3 risposte a “Un incendio all’Ilva. Il fumo verso Taranto

  1. Luigi Giancipoli

    Non ci vuole molto per capire quale miscela di veleni contiene quel fumo, considerata la provenienza. Taranto è ancora una volta ferita a sangue, senza rispetto, ma con dispetto da chi continua a esercitare ogni forma di violenza nei confronti dei cittadini, dei lavoratori e di questa città. Altro che gli slogan e le insegne dei tifosi negli stadi…Questo è vero e proprio odio nei confronti di 200.000 persone! Gravissimo e del tutto ingiustificato il comportamento di chi dovrebbe prendere tutte le precauzioni per la tutela della salute pubblica e invece emana ordinanze contraddittorie, inattendibili e da campagna elettorale. Basta con questi delittuosi comportamenti, va chiusa subito l’area a caldo!

  2. stefaniadivertito

    Luigi, hai ragione proprio.
    È uno schiaffo in faccia.
    Spero che l’Arpa faccia immediatamente i dovuti rilievi. E che il sindaco la smetta con queste ordinanze che di fatto non servono a niente!
    ciao,
    Stefania

  3. angelo41

    Che i politici a Taranto abbiano sempre latitato è cosa nota. Mi pare che per trovare l’ultimo con gli attributi, bisogna risalire a Raffaele Leone.
    Non sono aggiornato, forse mi sbaglio, ma è vero che Taranto non sia mai stata rappresentata da ministri o sottosegretari. La politica si fa con gli uomini e con la determinazione, per risolvere un problema.
    Riguarda l’ILVA non si scappa, o chiude e mette sul latrico migliaia di lavoratori o continua avvelenando un’intera città.

Lascia il tuo commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...