Una corte di giustizia internazionale… per l’ambiente. Clicco su Mi piace

Un’agenzia di stampa confusa tra le altre. Ma ci sono almeno tre parole che hanno attirato la mia attenzione: corte, internazionale, ambiente.

Leggo: «Oltre trenta tra relazioni e interventi, con la presenza di esponenti delle istituzioni italiane ed europee, economisti, climatologi, rappresentanti delle associazioni ambientaliste e delle principali sigle impegnate nella green economy, si riuniranno il  9 maggio a Roma, nella sala ‘Pietro da Cortonà dei Musei Capitolini, per un seminario organizzato dall’Icef, International Court of the Environment Foundation. L’obiettivo dichiarato è di «fare pressione sul governo perchè si faccia portavoce della proposta di creare una Corte Internazionale per l’Ambiente, durante i lavori di Rio+20, la Conferenza Onu sullo sviluppo sostenibile in programma a Rio de Janeiro nella seconda metà di giugno». Spiega il direttore dell’Icef, Amedeo Postiglione, presidente onorario aggiunto della Corte di Cassazione: «Il nostro auspicio è che questa sessione di lavori, oltre a illustrare nel merito la proposta di istituire una Corte mondiale per l’ambiente, serva per far esprimere ai molti autorevoli esponenti delle istituzioni nazionali e locali la loro opinione chiara sull’argomento e aiuti a costruire una ‘massa criticà che faccia pressione sul governo italiano, in vista dei lavori di Rio de Janeiro».

Bello. Vado sul loro sito e leggo: «La piattaforma della Fondazione si concentra sui meccanismi di risoluzione delle controversie nel diritto internazionale dell’ambiente e sull’accesso alle informazioni, partecipazione e giustizia. I suoi obiettivi sono:

  • La promozione di un sistema equilibrato di governo mondiale dell’ambiente, che include il profilo politico-amministrativo e quelli giurisdizionali;

La creazione in particolare: di un’agenzia internazionale dell’ambiente, con funzioni di più efficace controllo, monitoraggio e gestione dell’ambiente, e di una Corte Internazionale dell’Ambiente nella forma considerati più appropriato dalla comunità internazionale, che dà accesso non solo agli Stati, ma anche alle associazioni e agli individui”.

Vabbè mi hanno convinto. Approfondirò.Hai visto mai che si può creare una rete di toghe verdi internazionali?

2 commenti

Archiviato in Attualità

2 risposte a “Una corte di giustizia internazionale… per l’ambiente. Clicco su Mi piace

  1. Pingback: Una corte di giustizia internazionale… per l’ambiente. Clicco su Mi piace « Terracina Social Forum

  2. Pingback: La Corte internazionale per l’Ambiente a Rio20+ | News Caffè

Lascia il tuo commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...