Archivi tag: testa di cane

Malagrotta bis, a Testa di Cane sequestrate le vasche abusive per i rifiuti romani

Due enormi vasche, profonde decine di metri, che avrebbero potuto accogliere un milione di metri cubi di rifiuti. La produzione di spazzatura di oltre tre anni a Roma. Del tutto abusive e a poche decine di metri dalla mega discarica di Malagrotta.

Le hanno sequestrate i carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) a Testa di Cane, in provincia di Roma, nell’ambito di un’inchiesta della Procura della Repubblica della capitale. Un’area di quasi tre ettari destinata, secondo l’ipotesi investigativa, a prendere il posto del grande sito di smaltimento, il più vasto in Europa, dopo la chiusura prevista a marzo.

«Il proseguimento naturale di Malagrotta», la definisce un investigatore. Le due vasche, pensate per rifiuti solidi urbani, sono state sequestrate per violazione delle norme edilizie ed ambientali: in sostanza non c’era l’autorizzazione per iniziare a costruirle – circa un anno fa, secondo quanto accertato – nè quella per usarle come discarica. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Le battaglie di Togheverdi, Malagrotta

A Testa di Cane i lavori per la discarica continuano

Riceviamo da Sergio Apollonio del Comitato Malagrotta:

“Che sia la “riserva strategica” del COLARI-Giovi srl in caso di fallimento dei siti alternativi a Malagrotta decisi dal Prefetto di Roma, o che sia destinata a diventare “tout court” la nuova discarica provvisoria (si fa per dire) della capitale, sta di fatto che a Testa di Cane i lavori preparatori su grande scala continuano – come si può vedere senza alcuna possibilità di dubbio dalle immagini allegate, nonostante le dichiarazioni in senso contrario che invano cercano di rassicurare i cittadini.

Del resto era tutto chiaro fin dal 28.12.2010 nella “ Lettera dell’Amministratore Unico della E. Giovi (Malagrotta) all’Assessorato alle Attività Produttive e Rifiuti della Regione Lazio sui rifiuti triturati, proposte e prospettive di gestione triennale” , nella quale si prospettava un programma triennale con l’allestimento di una discarica di cinque milioni di metri cubi a Testa di Cane, sufficiente per sopperire allo smaltimento dei rifiuti della capitale per tre anni. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Le battaglie di Togheverdi, Le nuove battaglie, Malagrotta