Archivi tag: fiumeinpiena

Una buona notizia, per un nuovo anno

patrizia-todiscoDi lei si hanno poche immagini, due credo.

E ha sempre quello sguardo pacato, come la sua voce, mai sopra le righe.

Sono sicura che avrà accolto la notizia con un sorriso, e subito dopo sarà diventata pragmatica e concreta, pensando al da farsi.

Per me, è una buona notizia. Non cambia niente, lo so, nella storia industriale ed economica di Taranto, nè nella scarsa coscienza civile del Paese.

Ma mi sembra un bel calcio in faccia a un certo modo di fare politica ed economia fallimentare sotto tutti i punti di vista tranne che uno: l’arricchimento di politici e imprenditori.

Una buona notizia per chiudere un anno- altalena dove non sono mancati i momenti significativi.
Ne scelgo tre: la manifestazione di Taranto del 7 aprile. Eravamo in tanti, è stata un’onda di energia, ho assistito nei giorni precedenti alla sua preparazione, alla tensione, poi all’emozione nel vedere il fiume di tarantini in corteo.

Fiume in piena: sembrava un hastag come tanti, è diventato una bandiera da issare, sventolare, sotto la quale riconoscersi. La pioggia non ci ha fermati, da molte parti d’Italia sono venuti a Napoli il 16 novembre, con striscioni della Val di Susa, dei No Muos, della Basilicata che lotta contro il petrolio, di Taranto, di Brindisi. La mia personale mappa geografica d’Italia si è materializzata lungo corso Umberto, via Medina e poi tutti insieme in piazza del Plebiscito.

1042022Spagna: il primo dicembre migliaia di persone hanno protestato. Per le tasse? No. Contro il governo? No. Per l’ambiente. Hanno protestato contro l’assoluzione dei responsabili del disastro ambientale della Prestige, la petroliera che riversò migliaia di tonnellate di greggio in Galizia.  Il 13 novembre 2002 la nave riversò in mare 77 mila tonnellate di greggio inquinando 2000 km di costa dal Portogallo alla Francia. Per il tribunale della Galizia non ci sono responsabili. Gli imputati sono stati assolti.

Gli spagnoli hanno detto, scendendo in piazza, che non permetteranno mai più che si violino le loro coste, che si distrugga il loro mare e il loro Paese.

Presenza della notizia sui nostri media: non pervenuta.

Non mi ha stupito, ma amareggiato sì.

E oggi Patrizia Todisco, il gip che ha portato alla luce il disastro di Taranto, descrivendolo in migliaia di pagine di verbali, sostenendo a testa alta l’accusa della politica e dei suoi stessi colelghi, è stata eletta personaggio Ambiente 2013 con un plebiscito di voti.

Il mio compreso.

Auguri dottoressa, e auguri a tutti noi.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Le battaglie di Togheverdi, Le nuove battaglie